Silvia Lippi, EA

La filosofia di Lucrezio ci servirà come punto di partenza per analizzare il sintomo, elemento turbolento e ribelle nell’esistenza del soggetto. Il sintomo —allo stesso tempo necessità e contingenza, ripetizione e novità, destino e traccia— scompiglia tutto ciò che è ben determinato, apre la pista a soluzioni inattese, che la tecnica psicanalitica permette di mettere in valore e di sfruttare. È proprio questa maniera di trattare “ciò che non va” nel soggetto che ha dato alla tecnica psicoanalitica la sua particolarità.